Commenti e Saggi


4. Chiesa della Madonna di Loreto


Conferenza “EMERGENZE STORICO-ARCHITETTONICHE DI SARNANO” Sarnano 21-01-2012


» Scarica il PDF della presentazione


NOVITÁ! Clicca sull'immagine per il tour virtuale della Chiesa!



La chiesa, della "Madonna di Loreto" non più utilizzata per le funzioni religiose, è stata costruita nel XV secolo dalla "Corporazione della Lana" di Sarnano, costituita da artigiani dediti alla tessitura e coloritura di tessuti, sul vecchio tracciato della strada Salaria Gallica. Questo tracciato coincide con la vecchia Statale 78 Picena, strada che dalla Salaria all’altezza di Roccafluvione raggiunge Sarnano Urbisaglia Helvia Recina, Filottrano, Jesi, Chiaravalle, e l’Adriatico a nord di Ancona.

Nel 1619 la chiesa fu in parte ricostruita e ristrutturata così come oggi ci appare, per devozione alla Madonna di Loreto, in relazione al passaggio dei pellegrini che dal sud andavano verso il Santuario della Madonna di Loreto, a nord e verso Assisi in Umbria.

La chiesa non ha una facciata tradizionale ma soltanto una finestra, gli ingressi sono situati su i due lati lunghi della navata perché la funzione doveva essere quella di ingresso diretto dalla strada per i pellegrini diretti a Loreto e provenienti da sud quindi attraversamento della navata sosta per la preghiera e uscita sulla porta al lato opposto dove continuare il pellegrinaggio verso Loreto. La chiesa quindi veniva attraversata all’interno, rendere omaggio alla Madonna posta in una casetta di legno sull’Altare e poi uscire e continuare il percorso. Nei giorni di festa o in ricorrenze particolari si celebravano le funzioni, ma la chiesa rimaneva aperta sempre.

L'edificio è costituito da una navata unica a pianta rettangolare di circa m.17,30 x 7,50 ed alta circa m 8.00, orientata con l'asse principale nord-est sud-ovest; l'ingresso è posto a sud-ovest mentre sul lato opposto è situata la Sacrestia con copertura in volte pesanti a crociera probabilmente del secolo XVI.

Sul lato adiacente al torrente è posta la casa abitazione del Sacerdote sviluppata su due piani, per un totale di mq 118 circa.

La navata della chiesa è coperta con una volta a botte realizzata in camera a canne e gesso ancorata alle capriate in legno costituenti la struttura portante della copertura. La parte alta delle pareti e tutta la volta sono decorate con pitture relative alla Madonna di Loreto, pitture risalenti al XVII secolo di pregevole fattura specialmente nell'uso della prospettiva. Al centro della volta è raffigurata la traslazione della Santa casa da Nazaret a Loreto con la Madonna ed angeli, nelle pareti perimetrali vi sono scorci dei loggiati di Loreto posti davanti alla Santa Casa.

Le pitture coprono una superficie di circa mq 175.

Di rilievo è la parete che contiene l'altare sulla quale è dipinta una struttura architettonica a baldacchino con sei colonne in marmo rosso Verona, con uno splendido effetto prospettico tale da rendere in rilievo perfetto l'elemento architettonico.

L'intero edificio è realizzato con muratura in mattoni di cotto rosso esternamente lasciati a faccia vista, solaio di copertura e solai di piano in legno a doppia orditura con pianellato in cotto. Manto di copertura in coppi di cotto. Pavimento della chiesa e sacrestia in cotto originale sec.XVII.

Arch. Giuseppe Gentili